Versi per Montale

 

Eco flebile sul ciglio di una pozza

di acqua e di fango questo

altro non resta ormai

dei miracoli tuoi.


L’altrieri furono abbattuti

gli ultimi limoni:

non occhi non sguardi niente

a quello specchio da opporre.


Sicché noi sagome d’avorio

da una retta ed inconsulta

fiamma saremo arsi

senza che metafora o divinità ci salvi.

 

2010 (6).JPG
Versi per Montaleultima modifica: 2010-05-16T09:24:00+02:00da carminedecicco
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Versi per Montale

  1. Mi piace molto l’immagine dei limoni abbattuti. Sono aspri, sono abbattuti, sono qualcosa di doloroso che pesa schiantandosi al suolo. Così come mi piace l’immagine delle sagome di avorio arse: è apocalittica, dolorosa e incide come una lama sulla pelle, e ancor più a fondo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *