Folgorazione numero quattordici

 

Appena sceso dalla redazione sono investito dalla gioia del lavoro finito, un’emozione forte e viva come mai prima d’ora, che quasi fa girare la testa. Cammino lento tra le stradine che tra poco si vestiranno da Betlemme, accompagnato da un vento che il sole non riesce a scaldare. Le vetrine dei negozi sono addobbate a festa, anche i manifesti dicono tantiauguri. Volti diversi si avvicendano lungo la via entrando così nel videoclip del mio ritorno a casa. Finalmente anch’io posso cominciare ad assaporare l’effimera, illusoria e meravigliosa gioia dell’attesa dell’imminente Natale. Mancano ormai tre giorni all’attimo, ne è uno soltanto!, in cui il mondo cambierà per sempre, per tornare uguale un secondo dopo. Seguirà una lauta cena di fin troppe portate.

folgorazioni,Natale,redazione,attesa,attimo,cenone,vento,Betlemme,lavoro,negozi


 

Folgorazione numero quattordiciultima modifica: 2011-12-21T23:31:53+00:00da carminedecicco
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Folgorazione numero quattordici

  1. Forse mi sbaglio, ma percepisco una visione comune alla mia… Come se tutto fosse un’irrealta’..vissuta perche’cosi’dev’essere…ho fatto un post a riguardo che postero’per la vigilia ed il concetto espresso e’il medesimo..l’effimero..la parvenza..il nulla.

    Mentre il Vero viene dimenticato. Mentre Gesu’ ed il vero significato e’diventato solo un contorno talvolta ingombrante, perche’abbiamo in questi giorni troppo e troppo da fare.

    Detesto il bigottismo Detesto i gesti forzati ed i riti compiuti a scadenza…perche’a Natale si deve andare a Messa perche’per i Morti si va’al cimitero etc etc etc

    Son solo punti di vista. Questo e’il mio.

    Un grande sorriso Carmine

  2. ciao Carmine,
    il mio coprifuoco quotidiano lo faccio iniziare a mezzogiorno e quelle atmosfere sono tipiche della sera, ma con la tua descrizione me li hai fatte rivivere più di quell’attimo che separa l’emozione della tradizione dalla tradizione del cenone.robi

  3. Oggi MyBlog mi fa’impazzire!!! Questo e’il secondo tentativo e spero non si mangi anche questo commento! Ho lasciato commenti ad altri miei amici blogger e ripassando a vedere non ne ha pubblicato neppure uno…mi chiedeva di digitare il codice forse e’per quello.. non lo so’.. ma ora devo riscrivere a tutti nuovamente..
    Permettimi di invitarti a passare domani dal mio blog, non amo molto farlo perche’preferisco che le persone vengano per loro libera scelta e piacere, ma in questo caso lo faccio, perche’sotto al mio Albero ho lasciato qualcosa anche per Te.
    Buona serata 🙂

  4. Che il suono melodioso delle campane
    annunci la nascita del Signore e che
    oltre la collina un raggio di luce porti:
    gioia dove c’è dolore,
    salute dove c’è malattia,
    amore dove c’è odio e
    tanto calore al tuo cuore…

    Buon Natale e felice 2012 da Giuseppe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*