Il Re del Natale

 Natale,re,il re del natale,racconto,racconti di Natale,CittàNatale,tradizione,premio,riconoscimento,bontà

Come forse già qualcuno di voi sa, una delle tradizioni più antiche e al tempo stesso più amate di CittàNatale è quella dell’elezione del Re del Natale. Ogni anno, la mattina del 26 Dicembre, davanti ad una folla incappottata ma felice, viene incoronato colui che più di tutti ha mostrato di possedere lo spirito natalizio durante il periodo delle feste. Oltre la corona, il re riceve anche numerose leccornie che rendono il riconoscimento ancora più dolce ed ambito.

 

Sono sempre tanti i pretendenti al titolo di Re del Natale, come è facile intuire. Quest’anno, poi, i candidati erano più numerosi del solito. Tra questi, i veterani Giovanni Bonpensante, numero uno di una grossa azienda che ha sostenuto metà del costo delle luminarie pubbliche, e Gennaro Uomopio, proprietario dell’omonimo negozio di giocattoli che ha destinato tutto l’incasso della vigilia di Natale ai bambini più poveri della città. Ma in lizza non c’erano certamente solo loro. Altri candidati al titolo erano Nicola Tuttilbene, che ha messo a disposizione di tutti i cittadini il suo parco privato, affinché essi potessero divertirsi insieme alle loro famiglie e ai loro amici durante i giorni di festa, che a CittàNatale durano più tempo che nel nostro Paese. Come non citare, poi, la cantante Anna Generosi, che si è esibita gratuitamente nell’arena pubblica per regalare a grandi e piccini momenti di gioia e spensieratezza?

 

I nomi fatti sinora non sono che una piccola parte del totale. Sarebbe davvero difficile elencare tutti i ricconi e i vip di CittàNatale che hanno ceduto parte del proprio tempo e della propria fortuna per condividerla con gli altri. A Natale, del resto, siamo tutti più buoni, nevvero? Ebbene, obbedienti a questo adagio popolare, i candidati al titolo di Re del Natale non hanno certo lesinato alcunché pur di far falici i meno abbienti.

 

Natale,re,il re del natale,racconto,racconti di Natale,CittàNatale,tradizione,premio,riconoscimento,bontà

 

Eppure il premio come più buono delle feste non è andato a nessuno di loro. A vincerlo, infatti, è stato Vittorio D., personaggio sconosciuto ai più. No, non si tratta di uno di quei possidenti strampalati, che vivono lontano dalla luce dei riflettori, in mega-appartamenti lussuosi e confortevoli, circondati da mille stranezze. Vittorio, o meglio, don Vittorio, come sono soliti chiamarlo i suoi vicini di casa, vive in un piccolo ma dignitoso appartamento in via dell’Avvento. Faceva l’elettricista, ma ormai è in pensione – a CittàNatale, sia detto per inciso, non hanno minimamente pensato a ritoccare le pensioni e l’età pensionabile. Il buonuomo è stato premiato perché nel suo piccolo si è reso protagonista di un gran gesto di solidarietà, anche senza ricorrere ad assegni e cerimonie pubbliche.

 

Don Vittorio era seduto a tavola e stava per assaporare la prima forchettata di spaghetti con le vongole preparati da sua moglie quando è stato sorpreso dal campanello di casa. Senza scomporsi ha risposto al citofono e ha appreso che il suo dirimpettaio aveva appena avuto problemi con l’impianto elettrico. L’incidente rischiava di compromettere il suo cenone natalizio. Armato quindi dei ferri del mestiere e di santa pazienza, il buon pensionato ha abbandonato il suo piatto e si è messo all’opera per riparare il guasto. Ne ha perso di tempo, ma alla fine, da bravo elettricista qual è, ha avuto ragione dell’inconveniente, e ha salvato il Natale del vicino. Quindi è tornato a casa a mangiare i suoi spaghetti ormai freddi, ovviamente senza accettare il minimo compenso né fare mai accenni al suo piatto pronto in tavola. Il giorno successivo, poi, ha messo la sveglia di buonora ed è tornato dal dirimpettaio, per sistemare definitivamente ciò che la sera precedente aveva regolato solo con una soluzione tampone.

 

Ebbene, grazie a questo gesto don Vittorio si è guadagnato l’agognato premio cittadino. E a chi ha detto che in fin dei conti non aveva fatto nulla di speciale, rispondo che i gesti migliori non sono affatto quelli speciali, quelli che danno luogo a comportamenti straordinari. Tante volte sono i gesti più piccoli, se fatti con amore e con la ferma volontà di essere d’aiuto al prossimo, ad essere i più meritevoli…

Natale,re,il re del natale,racconto,racconti di Natale,CittàNatale,tradizione,premio,riconoscimento,bontà

Il Re del Nataleultima modifica: 2011-12-28T10:27:00+01:00da carminedecicco
Reposta per primo quest’articolo

9 pensieri su “Il Re del Natale

  1. Peccato che in questo mondo nessuno si prodighi ad aiutare gli altri con tanto zelo, alcuni poi non si scomodano nemmeno il minimo!!! Peccato non vivere in questi tuoi racconti!

  2. Potremmo veramente far di piu’, come Don Vittorio che in questo caso sapeva come riparare il guasto..ma alzarsi dalla nostra bella tavola calda per aiutare altri..tipo fare volontariato nelle mense dei poveri o nei centri anziani o comunque dove si sa’esserci bisogno… Io mi metto in cima alla lista dei tanti vorrei fare e poi faccio sempre poco. Anni fa’andavo in un pensionato avevo preso a cuore una signora anziana, lei aveva preso l’abitudine che voleva cenare con me li, presente..le prime sere mi fecero restare, poi le suore me lo proibirono perche’ci furono lamentele e la mia Amica si mise a piangere…( non ricordo piu’il nome son passati da allora un quindici anni buoni buoni), ricordo quel volto rugoso con occhi bambini pregarmi di portala via, io da allora mi rifiutai di fare volontariato. Mi sentii impotente e l’avrei portata via con me se solo avessi potuto. Subisco molto il fatto di esser impotente, di esser nulla davanti a certi drammi, davanti a difficolta’umane…Pero’mi rendo conto che fare qualcosa per gli altri e’fare molto anche per noi stessi.
    Bello il racconto Carmine, bello leggerti. Buona serata.

  3. Donarsi agli altri è un bel gesto d’amore che riempi il cuore di gioia.

    ★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★
    …….. I. ………
    …… *•* ………♫Felice Anno Nuovo♫ ˚• ˚
    ….*♥♫♥* ………♫A u g u r i !!!♫ * 。 • ˚*˚
    ..*♥•♫•♫♥*…•。♫Buon 2012!!!♫ 。* 。•˚*
    .✯♥•♦♫•♥*. …˛˛ * _Π_____*。*˚•˚ • ˚*˚
    *♥☺♥••☺♥*.˚˚ */______/~\。˚ ˚•˚ • ˚
    ✯♥•♥♫♥#•♥*… |田田田|門|♥Gabriella♥
    —-╬╬╬╬————————————-
    ★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★★

  4. un bellissimo racconto, intenso, emozionante, educativo…
    di quelli che ti fanno riflettere 🙂

    grazie carmine 🙂
    un caro saluto e un abbraccio
    e naturalmente tanti Auguri per l’Anno che sta arrivando

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *