Desiderio d’altro – 10 racconti x 10 paesi

 

Si fa presto a dire desiderio. Si fa presto a dire desiderio d’altro. Il desiderio fa parte di noi, della nostra stessa natura, e quasi sempre è desiderio d’altro. Certo, non nego che si possa desiderare, quando siamo felici, che tutto rimanga così come è. Ma la maggior parte delle volte si desidera qualcosa d’altro, di diverso. Lo fanno anche i protagonisti del racconto dello scrittore, poeta e drammaturgo nigeriano Olujide Adebayo-Begun. Aziz, un futuro brillante davanti a sé, desidera soltanto amare pienamente Allah, senza alcuna distrazione; John Olatoye, insegnante di studi sociali, pubblica amministrazione e fondamenti di filosofia, invece desidera proprio Aziz, prova nei confronti del giovane una forte attrazione sessuale. Poi c’è Waris, fratello di Aziz, che desidera avere la stessa considerazione di quest’ultimo. Il desiderio dei protagonisti si muove sullo sfondo di una realtà complessa e multiforme, in cui forte è lo scontro – ma anche la convivenza – tra cristianesimo e islamismo. Ancora una volta un racconto di un autore africano – il secondo incluso nell’iniziativa “10 racconti x 10 paesi” – si basa su un gioco di opposizioni. Ma “Desiderio d’altro” è anche, appunto, altro. È la storia della famiglia Oduwale vista attraverso gli occhi del vicino interessato, John; è una storia che parla di invidia, di omosessualità, di sfratti, studi e possibilità di riscatto. Di liti e stragi, come quella in cui si perdono le tracce di Waris, da poco convertitosi al cristianesimo e partito alla volta della casa di uno zio paterno, medico cristiano che invano si era proposto per ospitare Aziz, affinché questi studiasse all’università. Un evento drammatico a cui si risponde ora confidando in Cristo ora in Allah, ma che serve anche a riavvicinare Aziz al resto della famiglia: il giovane aveva chiesto a John di ospitarlo cosicché non fosse costretto a lasciare la città al seguito dei suoi familiari e potesse proseguire gli studi religiosi. Non sappiamo come si evolveranno gli eventi: l’autore Olujide Adebayo-Begun ferma il suo racconto qui. Egli apre soltanto uno spiraglio sulla realtà nigeriana, sufficiente però a darci la possibilità di conoscerla e capirla meglio. La scrittura – e la lettura – serve anche a questo!

africa,Olujide Adebayo-Begun,Nigeria,10 racconti x 10 paesi,10x10,desiderio,desiderio d'altro,racconti,letture,opposizioni

 

Desiderio d’altro – 10 racconti x 10 paesiultima modifica: 2012-03-14T10:13:00+00:00da carminedecicco
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “Desiderio d’altro – 10 racconti x 10 paesi

  1. desiderare altro io lo interpreto nel senso più positivo del termine,

    … il che non sta per non essere insoddisfatti di quel che si possiede, bensè lo identifico con il crescere.. evolvere… esplorare ciò che ci circonda, per arricchire la nostra vita di nuovi spunti e sfumature

    un caro saluto

    … e dici bene la letteratura serve così entrare in contatto con realtà differenti dalla nostra

  2. ciao Carmine,
    relativamente al tuo gradito commento sul mio post, ti informo che è già tutto risolto: se perdi una trasmissione TV, ci penso io a sintetizzartela e per quanto riguarda la coda al distributore di carburante vedrai che con questo ritmo di aumenti, verrà a casa il benzinaio pregandoti di comprarne almeno qualche litro.

    Anch’io mi sentirei di scrivere un libro dal titolo “Desiderio d’altro”, ma sarebbe solo un elenco di mille pagine…
    Ottima, come sempre, la tua analisi. Ieri sera ho tifato Napoli (mi succede per pochissime squadre italiane che non siano la Juve) Buon tutto. robi

  3. Nulla può farci entrare meglio nella realtà di paesi lontani se non la narrativa, sottoforma di romanzo o racconto ci mette a nudo vicende, modi di vivere, culture e luoghi a noi sconosciuti.

    Un saluto Carmine e buon fine settimana!

Lascia un commento