Giallo rosa bianco

Quasi-primavera,primavera,inverno,campagna,fiori,rosa,giallo,bianco,rinascita,natura

Giallo, rosa, bianco. Li vedo così, non nell’ordine, ma piuttosto confusi, come in un disegno dipinto da un piccolo e disordinato colorista dell’asilo. Li vedo quando mi affaccio dalla finestra, quando cammino in auto per strade più lontane dal centro, quando l’autostrada costeggia le campagne dell’interno. Il giallo è quello delle mimose, che alte ed eleganti si stagliano contro l’azzurro del cielo, ma anche dei più corti e meno aggraziati friarielli, che crescono indisturbati negli ampi terreni. Il rosa e il bianco son quelli dei fiori che sbocciano dagli alberi che appena qualche settimana fa parevano morti. Boccioli preziosi che adornano i rami e abbelliscono gli albicocchi che sterminati riempiono le terre ai piedi del vulcano che dorme. Ritornare verso casa e lasciarsi riempire gli occhi da questi colori, da questi fiori, oh quale inappagabile gioia! La gioia della natura che ritorna viva, come ogni anno dopo il terribile e lungo inverno. Quest’anno, poi, la rinascita mi sembra quanto mai maestosa e stupenda. È stato il gelo di febbraio, mi spiega mio zio, contadino da una vita, mentre attonito mi perdo nei quadri bucolici disposti a ogni angolo nella sua campagna. Non è ancora Primavera, eppure l’aria frizzante, il cielo avaro di nuvole, il giallo, il rosa, il bianco, gli effluvi trasportati dalla brezza leggera invitano a dire: «Addio Inverno; che bella la vita!»

quasi-primavera,primavera,inverno,campagna,fiori,rosa,giallo,bianco,rinascita,natura

 

Giallo rosa biancoultima modifica: 2012-03-17T08:28:00+00:00da carminedecicco
Reposta per primo quest’articolo

12 pensieri su “Giallo rosa bianco

  1. Riscrivo. Una scrittura semplice ed immediata per narrare, attraverso la semplicità dei colori e dello sguardo il risveglio della natura. Mi piace sentire che non sono il solo ad avvertire un legame forte con la Terra (senza assurdi campanilismi). Lo sguardo semplice degli antichi, mi ricordi. Lo sguardo capace di cogliere l’essenza delle cose.
    Buona giornata.
    Massimo

  2. E’un continuo ciclo la natura…e cosi’l’essere umano che si rinnova e rigenera ad ogni nuova stagione.
    Bellissimo post che sembra quasi croccante 🙂

    Buon fine settimana Carmine

  3. E’ vero! Ormai la Primavera è davvero alle porte 🙂 Anche quest’anno… ce l’abbiamo fatta! E come dico sempre, ricordiamoci che non era affatto scontato e… godiamocela davvero! 😉

  4. Adoro la primavera, è una rinascita della natura, un tripudio di colori e profumi che mi affascina sempre, anno dopo anno.

    Ti saluto Carmine augurandoti un buon week-end primaverile!

  5. ciao Carmine,
    malgrado tutto il male che facciamo alla natura, lei si presenta puntualmente a questo meraviglioso appuntamento di rinascita e molti non se ne accorgono. robi

  6. L’altro ieri sono andato a fare una passeggiata in campagna ed ho pensato le stesse cose che hai scritto tu; è meraviglioso come la natura ci dimostri, ogni primavera, che la vita e la bellezza sono al di sopra di tutto e resistono anche all’inverno più lungo…

    Un saluto e buona serata.

  7. Come non partecipare emotivamente a quanto scrivi? E’ vero, mi piace un sacco ora percorrere la strada che dal mio paese porta alla città o quella che mi porta a scuola o prendere la bici e cominciare a girare per le strade fuori paese. Da me i meli, le ginestre, le violette selvatice e una miriade di fiori di campo che non conosco ma che mi lasciano senza fiato…E le mie piante in giardino che cominciano a respirare in piccoli germogli… Tutto questo è meraviglioso…
    Ciao 🙂

  8. Questa spontanea descrizione è un bell’incoraggiamento a cambiare sguardo per chi, all’arrivo della primavera, prova sensazioni di disagio per la difficoltà di uscire dal letargo dell’inverno, e per quel sentirsi non al passo con la natura, in controtempo fino a che la mente ed il corpo avranno assorbito i colori e le nuove manifestazioni della natura che hai descritto così bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *

*