La moglie del maresciallo

 

la moglie del maresciallo,moglie,maresciallo,ricerca,estate,asciugamano,racconto,spiaggia,donna anziana,mare

Fu la prima cosa che mi colpì appena arrivato in spiaggia. Non il mare limpido, il bagnasciuga affollato come mai l’avevo visto prima. E nemmeno la sua persona, in verità. Ciò che destò la mia curiosità, la mia attenzione, fu il suo comportamento. In costume rosso, due pezzi, la vidi cercare con agitazione qualcuno o qualcosa. Solo dopo un po’ di tempo, carpendo qualche parola confusa che farfugliava nella ricerca e le poche e annoiate indicazioni che le fornivano quanti erano stesi al sole, intuii che si trattava del suo asciugamano. La donna, lunghi capelli di un biondo chiaro e abbronzatura di chi ha settimane di tintarella sulle spalle, cercava proprio un asciugamano.

Dopo qualche minuto di una ricerca quasi disperata, mi si avvicinò con sospetto. Era evidente che da ultimo arrivato mi considerava un usurpatore delle poche sdraio rimaste libere che, da quanto capii successivamente, le fornivano ristoro a turno. Forse ero stato io a gettar via il suo asciugamano, in modo da impadronirmi di un posto ormai libero. La guardai negli occhi chiedendole cosa fosse successo e in che modo potessi aiutarla, ma in risposta alla mia domanda mi lanciò uno sguardo vuoto, confuso. Mi concentrai ancor più sulla sua ricerca. Solo allora notai come quest’attività fosse più che altro un movimento sconclusionato, un andirivieni fine a se stesso. Ad un certo punto mi sembrò quasi che l’obiettivo dell’anziana signora fosse esclusivamente quello di attirare l’attenzione su di sé.

La mia espressione dovette palesare i miei pensieri, visto che un giovane seduto sotto l’ombrellone accanto al mio mi rivolse un sorriso e prese a parlarmi: «Non preoccuparti. Non vuole incolpare te. È una scena che si ripete quotidianamente. Sta così da quando le è morto il marito, grand’uomo».

 

Le lanciai un altro sguardo, colmo della nuova consapevolezza, proprio mentre il bagnino le porgeva il telo giallo tanto agognato. Solo allora, andando oltre i segni degli anni che le segnavano il viso, riconobbi in lei la moglie, o meglio, la vedova, del maresciallo.

 

La moglie del marescialloultima modifica: 2012-08-29T10:54:34+02:00da carminedecicco
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “La moglie del maresciallo

  1. Prima di tutto bentornato dalle tua vacanze. Sarai contento che ormai la stagione che agogni è quasi alle porte 😉 Il racconto è sorprendente nella sua semplicità: sa di verità, e mi piace per questo.

  2. capisco bene come si puo sentire quella donna, il dolore fa perdere la ragione…non ci si riconosce piu…cambia totalmente la vita…ben scritto, come sempre, complimenti…ciao Giovanna/luxxil

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *