#1000 Battute – Milano e i luoghi comuni

Milano

Prima che cominciassi a frequentare Milano almeno un fine-settimana al mese – accade ormai da un paio di anni – avevo della città un’idea che aderiva appieno al luogo comune. Fredda, ostaggio di una nebbia perenne o quasi. E poi pioggia, cemento e palazzoni, abitanti ostili. Mi sono ricreduto. L’ho fatto quando ho passeggiato nei parchi pubblici sotto al sole, … Continua a leggere

#1000 Battute – Viva i dialetti

Giornata Dialetti

A casa mia si parla il dialetto come l’italiano. Con mia nonna, invece, parlo esclusivamente in dialetto. Quando sono fuori regione, magari durante le mie solite brevi permanenze milanesi, adotto l’italiano, tranne per qualche frase, citazione o battuta, che pronunciate rigorosamente in dialetto rendono meglio. Non va considerato una degradazione della lingua italiana il dialetto. Quelli che a volte si … Continua a leggere

#1000 Battute – La riflessione della terza bolletta

La terza bolletta

È la terza bolletta, in meno di un mese, che io e il mio compagno di (dis)avventure nelle sale scommesse del vesuviano non vinciamo a causa di un solo pronostico sbagliato. Per di più, in ciascuna delle tre occasioni, abbiamo sbagliato il pronostico nel quale dell’esito finale della partita di calcio avevamo a disposizione due risultati sui tre possibili. Il … Continua a leggere

#1000 Battute – Parcheggio in seconda fila

Parcheggio in seconda fila

Il parcheggio in seconda fila proprio sotto al palazzo in cui devi salire può essere considerato, sotto certi aspetti, una metafora di come si affrontano le difficoltà in cui quotidianamente ognuno di noi si imbatte. C’è chi proprio no, non contempla di sostare con la propria auto in seconda fila e gira e rigira fino a quando non trova un … Continua a leggere

#1000 Battute – Tre parole per il nuovo anno

tre-parole

Le tre parole che porto con me in questo anno appena cominciato sono: più, meno e uguale. Più come più tempo da trascorrere insieme alla famiglia e agli amici, più libri, giornali e fumetti da leggere. Più film al cinema e più meditazioni, preghiere e passeggiate, da solo o in compagnia. Meno come meno tempo sprecato in occupazioni a cui … Continua a leggere

#1000 Battute – Luminarie di Natale

addobbi-natale

Il Natale, come avrete sicuramente notato, è ormai alle porte. Uno degli indicatori più vistosi dell’avvicinarsi del tanto atteso appuntamento è senza dubbio rappresentato dalle luminarie che invadono le strade cittadine, le piazze, gli spazi pubblici. Sei fermo nel traffico che in questo particolare periodo dell’anno procede sempre con lentezza e le vedi. Sfere e stelle, pacchi regalo, fiocchi di … Continua a leggere

#1000Battute – I Mondiali di calcio

brasil-2014

Ci (ri)siamo. Come sanno tutti gli amanti del calcio, ma non solo loro, sono cominciati i Mondiali 2014, ospitati dal Brasile. Come ogni quattro anni, tornano dunque le partite delle nazionali, le bandiere, le trombe, le lunghe maratone in televisione, il totoamici, il maxischermo in piazza o nel giardino. E tornano, ovviamente, i ricordi. Personali o condivisi, sono proprio loro … Continua a leggere

#1000Battute – Tempo di elezioni

amministrative_2014

Lo scorso 25 maggio si sono tenute le elezioni europee. Si è votato anche per le regionali e le comunali, e in alcuni comuni domenica è previsto il ballottaggio. Tra chi ci è andato già e chi ci deve tornare, dunque, per milioni di italiani è stato tempo di esercitare il diritto/dovere di voto. Immancabilmente ciò è stato accompagnato da … Continua a leggere

#1000Battute – Kimota!

Miracleman

Kimota! Questa parola, apparentemente bizzarra e inoffensiva, è la chiave armonica segreta dell’universo che permette a Mike di divenire Miracleman, supereroe le cui avventure sono state recentemente portate in Italia da Panini Comics. Magari vi state chiedendo cosa abbia a che fare il personaggio creato da Mick Anglo presentato in volumi spillati che propongono storie avventurose a colori e in … Continua a leggere

#1000Battute – I giornali di carta stampata

Pila di giornali

Nella mia camera si stanno inesorabilmente accumulando giornali su giornali. Sulla scrivania, sul case del computer, sulle mensole della libreria, sulle e nelle grosse scatole portaoggetti. Passa il tempo, aumentano le collaborazioni e il numero di articoli pubblicati su quotidiani e periodici vari: si formano pile di carta che non so come gestire, tentato ora dal liberarmene ora dal romanticismo … Continua a leggere