Cinema intorno al Vesuvio, al via l’edizione 2016

Cinema intorno al Vesuvio - Programma

SAN SEBASTIANO AL VESUVIO. Il parco urbano di via Panoramica Fellapane ospiterà ancora una volta il cinema all’aperto. Quello che ormai sta divenendo un appuntamento imprescindibile per l’estate vesuviana si rinnova anche in questo 2016 che ha visto solo pochi giorni fa la riapertura dell’amata villa comunale sansebastianese, che il commissario prefettizio che ha guidato l’ente fino a qualche settimana … Continua a leggere

Bloody Sunday – recensione

  Diciamolo subito: “Bloody Sunday” è un film di guerra.   Ma di una variante infame della guerra. Sì, perché se è vero che ogni guerra è drammatica a suo modo, bisogna anche ammettere che non tutte lo sono nella stessa maniera. Prendete ad esempio la guerra affrontata in questa pellicola del 2002 diretta da Paul Greengrass. Siamo nel 1972, … Continua a leggere

Nel nome del padre – recensione

  “Nel nome del padre” è un film del 1993 diretto da Jim Sheridan e tratto dal romanzo autobiografico “Proved Innocent” di Gerry Conlon, interpretato sul grande schermo da Daniel Day-Lewis. Candidato a sette premi oscar senza vincerne alcuno, è incentrato sull’ingiusta carcerazione patita dal protagonista, dal padre di questi, e da altri suoi parenti ed amici in seguito all’attentato … Continua a leggere

Michael Collins – recensione

“Michael Collins” è un film del 1996 diretto da Neil Jordan. Come da titolo, al centro della pellicola è il patriota irlandese Michael Collins, il firmatario dell’accordo tra Irlanda e Inghilterra che mise fine alla Guerra d’Indipendenza irlandese facendo però scoppiare il conflitto civile tra quanti credevano nell’accordo e quanti lo avversavano. Rispetto a “Il vento che accarezza l’erba” di … Continua a leggere

Il vento che accarezza l’erba – recensione

  Irlanda, 1920. Damien sta per partire per Londra dove si insedierà in uno dei più importanti ospedali dell’Impero britannico, compiendo così il salto di qualità necessario alla sua carriera di giovane medico. Ma non prenderà mai il treno che lo avrebbe dovuto condurre lontano dalla propria terra. Resterà invece a combattere a fianco del fratello Teddy e degli altri … Continua a leggere

Dylan Dog: dal fumetto al cinema

Ci siamo: il conto alla rovescia è finito. A partire da mercoledì 16 Marzo Dylan Dog è nelle sale cinematografiche. Il personaggio a fumetti figlio della fantasia di Tiziano Sclavi debutta sul grande schermo con una storia inedita ambientata a New Orleans. La lunga attesa, dunque, è terminata, e anche i fan dell’indagatore dell’incubo, come prima di loro hanno fatto … Continua a leggere

Roberto Rossellini e la diffusione della conoscenza

In attesa di riuscire a tornare a scrivere qualche racconto, per aggiornare un po’ il blog riporto quest’articolo che ho pubblicato sul forum Dragorà, dove seguo una rubrica di storia del cinema… Roberto Rossellini è uno dei più grandi registi d’Italia e del Mondo. È ritenuto il padre del Neorealismo, uno dei più importanti movimenti che la storia del cinema abbia … Continua a leggere

Salò o le 120 giornate di Sodoma – recensione del film di Pier Paolo Pasolini

«Nulla è più anarchico del potere. Il potere fa praticamente ciò che vuole e ciò che il potere vuole è praticamente arbitrario o dettatogli da sue necessità di carattere economico che sfuggono alla logica comune. […] Io detesto in particolare il potere di oggi […] è un potere che manipola i corpi in modo orribile e che non ha nulla … Continua a leggere

Gone Baby Gone – recensione

In Gone Baby Gone è importante il tema delle scelte. Scelte che si offrono ai protagonisti in tutta la loro urgenza e perentorietà, ma di fronte alle quali ciascuno fondamentalmente è solo, se non proprio ostacolato da chi gli è affianco che, in questo film, per quanto può essere prossimo – magari condividendo lo stesso letto – è sempre lontano, … Continua a leggere

Pater Familias – recensione

Pater Familias è la storia di una crisi, la crisi dell’istituzione familiare, con tutte le conseguenze che ciò comporta. Al centro del film vi è l’assenza della figura maschile del padre, l’assenza della cultura, della speranza. E’ un film senza speranza, Pater Familias, che dipinge gli orrori della periferia napoletana, orrori uguali a tanti altri orrori lontani nello spazio, lontani … Continua a leggere