Con gli occhi chiusi – 10 pagine x 10 libri

“Con gli occhi chiusi” è un titolo davvero ben riuscito. Sono diversi i motivi per i quali si vive con gli occhi chiusi, numerose le cause che provocano la cecità interiore di cui soffre anche il protagonista del romanzo, Pietro. Nelle prime dieci pagine del romanzo pubblicato nel 1919 – pagine che ho letto per l’iniziativa “10 pagine x 10 … Continua a leggere

I turbamenti del giovane Törless – 10 pagine x 10 libri

  Ciò che mi ha immediatamente colpito de “I turbamenti del giovane Törless” è la maturità della scrittura. Robert Musil, l’autore, lo scrisse ad appena ventisei anni, nel 1906. Nonostante la giovane età, tuttavia, la sua prosa è pienamente compiuta, perfettamente misurata. Attraverso di essa racconta la maturazione, non priva dei turbamenti del titolo, che vive il giovane Törless, allievo … Continua a leggere

La fattoria degli animali – recensione

La fattoria degli animali (titolo originale: Animal Farm) è un breve ma denso romanzo dello scrittore e giornalista inglese George Orwell, che costituisce una lucida e satirica denuncia alla parabola della rivoluzione marxista nell’Unione Sovietica. Per comprendere appieno in quale contesto l’opera sia stata scritta (Orwell vi lavorò tra il Novembre del 1943 e il Febbraio del ’44) è utile … Continua a leggere

Cecità – Recensione

Nella speranza di ricominciare a scrivere racconti e poesie al più presto, inserisco nel blog la recensione di un romanzo di Saramago che lessi neanche troppo tempo fa, recensione che inizialmente preparai per la biblioteca di Dragorà. Cecità è un romanzo scritto nel 1995 dello scrittore portoghese José Saramago, insignito del Premio Nobel per la letteratura nel 1998 e recentemente … Continua a leggere

Ai piedi del Parnaso – L’entropia di Gilgamesh

L’entropia di Gilgamesh   Il porto sepolto   Vi arriva il poeta e poi torna alla luce con i suoi canti e li disperde   Di questa poesia mi resta quel nulla d’inesauribile segreto   Giuseppe Ungaretti   L’entropia è una grandezza fisica che indica qual è l’attitudine di un sistema fisico a non produrre lavoro. Ogni volta che l’energia … Continua a leggere

Mediocrità

Ti rifuggo come un felino Stanco e maestoso La casa della paura,   Ma forse la ragione è allucinata E l’appetito è guasto E oscurato è il desiderio Dall’ombra del ridicolo Nera, bituminosa   E tutto è vano, tutto.   Accompagnami nella nebbia Che ognicosa annulla Dolce mia fata Privata delle ali Da un torturante Meraviglioso bene.  

Dimesso canto di un indiano d’America

  Il calore del fuoco colora la notte Stellata ed inaccessibile Imperioso contende la scena alle note Che, disciplinate ed altere, avanzano nell’aria muta e sacra.   (WUAWAUWUAWUAWUAWUAUuuu)   Effuse da strumenti sempiterni – venerando prodotto di espertissime mani – Da possenti voci ululate Richiamano bestie feroci Che, ammansite, contornano le sante estasi.   (WUAWAUWUAWUAWUAWUAUuuu)   Gli Spiriti trapassati benigni … Continua a leggere

Il beneficio del dubbio

Frasi! Frasi! Come se non fosse il conforto di tutti, davanti a un fatto che non si spiega, davanti a un male che si consuma, trovare una parola che non dice nulla, e in cui ci si acquieta! [da Sei Personaggi in cerca d’autore di Luigi Pirandello]   Ho letto negli occhi tuoi Devastanti verità rivestite di verde E tragiche … Continua a leggere

Ai piedi del Parnaso – I demoni di Dostoevskij

Fëdor Michajlovič Dostoevskij nasce a Mosca nel 1821 per morire a San Pitroburgo 60 anni dopo. Fu autore di diversi racconti e romanzi, che gli hanno permesso di entrare a pieno diritto tra i migliori romanzieri non solo dell’Ottocento, ma più in generale di tutti i tempi. Ebbe una vita tormentata ed irrequieta, difficile, aggravata anche da una precaria salute. … Continua a leggere