Sui giudizi bipolari ai giornali e ai giornalisti

Pila di giornali

Disprezzare il lavoro di chi da anni fa informazione sul territorio muovendo critiche a una parte politica e anche a quella a essa contrapposta, attirandosi così antipatie bipartisan. Gettar fango sul lavoro di chi promuove inchieste, lancia iniziative e idee, dà vita a dibattiti e confronti capaci di uscire dalla carta stampata e dal web e di trovar posto nei … Continua a leggere

Le strisce blu e l’indignazione

Strisce blu

Da qualche settimana anche a Pollena Trocchia sono state installate le cosiddette strisce blu. Non entro nel merito del dispositivo, che può essere considerato necessario o superfluo, più o meno efficiente. Mi soffermo piuttosto sulle lamentele che su Facebook si sono scatenate. Decine e decine di commenti di protesta, rabbia, inviti alla mobilitazione. Un vero e proprio furore, insomma. Ora, … Continua a leggere

Sui segnalibri

La via del male

La passione per la lettura me l’ha trasmessa mia madre. Tra le tante cose buone che le devo, è una delle migliori. Leggo molto, anche quando ho poco tempo, anche quando sono stanco. Anche lei legge molto, spesso libri miei. Glieli presto sempre volentieri, nonostante la sua avversione per i segnalibri. Tiene il segno delle sue letture nei modi più … Continua a leggere

Estate 2017

Tramonto

Quest’estate cominciata ufficialmente alle 4:24 dello scorso 21 giugno, ma ampiamente anticipata da giorni di caldo insistente e rovente, si annuncia particolarmente torrida. Possiamo lamentarci del caldo che fa e che farà, lanciare imprecazioni contro quanti hanno desiderato l’estate che ora fa sudare e non concede tregua, parlar male di quelli che in inverno invocano l’estate e in estate invocano … Continua a leggere

Le foto non scattate

Napoli dall'alto

Stavolta nell’aereo, per arrivare a bordo del quale sono nuovamente partito in ritardo, mi è stato assegnato il posto più esterno della fila, quello accanto al finestrino. Quello che nei primi viaggi degli studenti è il più ambito, quello evitato da coloro ai quali il volo mette ansia. Quello dal quale, di solito, si scattano le fotografie. Io ho evitato … Continua a leggere

Viva le mezze stagioni!

Panorama

C’è chi divide l’anno soltanto in estate e inverno, chi attende con ansia ora la bella stagione per andare al mare e ora il Natale per quel pizzico di magia che è sempre in grado di portare con sé. Così facendo, però, non coglie le tante diverse sfumature temporali che si susseguono settimana dopo settimana, mese dopo mese. Non coglie … Continua a leggere

#1000 Battute – Milano e i luoghi comuni

Milano

Prima che cominciassi a frequentare Milano almeno un fine-settimana al mese – accade ormai da un paio di anni – avevo della città un’idea che aderiva appieno al luogo comune. Fredda, ostaggio di una nebbia perenne o quasi. E poi pioggia, cemento e palazzoni, abitanti ostili. Mi sono ricreduto. L’ho fatto quando ho passeggiato nei parchi pubblici sotto al sole, … Continua a leggere

#1000 Battute – Viva i dialetti

Giornata Dialetti

A casa mia si parla il dialetto come l’italiano. Con mia nonna, invece, parlo esclusivamente in dialetto. Quando sono fuori regione, magari durante le mie solite brevi permanenze milanesi, adotto l’italiano, tranne per qualche frase, citazione o battuta, che pronunciate rigorosamente in dialetto rendono meglio. Non va considerato una degradazione della lingua italiana il dialetto. Quelli che a volte si … Continua a leggere

#1000 Battute – La riflessione della terza bolletta

La terza bolletta

È la terza bolletta, in meno di un mese, che io e il mio compagno di (dis)avventure nelle sale scommesse del vesuviano non vinciamo a causa di un solo pronostico sbagliato. Per di più, in ciascuna delle tre occasioni, abbiamo sbagliato il pronostico nel quale dell’esito finale della partita di calcio avevamo a disposizione due risultati sui tre possibili. Il … Continua a leggere

#1000 Battute – Parcheggio in seconda fila

Parcheggio in seconda fila

Il parcheggio in seconda fila proprio sotto al palazzo in cui devi salire può essere considerato, sotto certi aspetti, una metafora di come si affrontano le difficoltà in cui quotidianamente ognuno di noi si imbatte. C’è chi proprio no, non contempla di sostare con la propria auto in seconda fila e gira e rigira fino a quando non trova un … Continua a leggere