Dopo un ritorno

 

Carte francesi, napoletane. E le immancabili Uno.

Settimane enigmistiche insabbiate e stropicciate,

due racchette in legno – tre euro – consumate dall’acqua,

lattine vuote di tè, buste di patatine,

versi scritti ai margini di quotidiani sportivi,

un materassino giallo. Romanzi di Melville e Tolkien.

Tutto giace in disordine nel cofano della Brava

insieme al telo mare di Corfù, ormai attempato.

 

Di certo qualche cosa l’abbiamo dimenticata

e, malinconica, ora aspetta solo sola il suo destino triste.

Le cartoline, invece, le ho spedite.

La doratura della pelle svanirà a breve.

 

Ingorgo di cose.JPG
Dopo un ritornoultima modifica: 2010-08-26T10:01:00+02:00da carminedecicco
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento