Comunicazione di servizio ad estate inoltrata

Io l’estate non la amo affatto. Non dico che la odio, però di certo non ci stiamo simpatici. Dico così perché penso che la cosa sia reciproca: a me l’estate sta antipatica e io sto antipatico all’estate. Certo, lo dico anche se non ne ho la certezza. Ma veniamo al dunque e mettiamo al bando le ciance: nonostante antipatie varie in questi giorni e nei prossimi faccio ciò che è tipico dell’estate: le ferie. Sarò via per un po’ di tempo, e siccome sono già andato e tornato (non che sia un nababbo, è che mi son capitate più di un’occasione) non ho avuto tempo di rispondere ai commenti di chi è passato a trovarmi sul blog. Chiedo venia. Rimedierò quando il mese di agosto sarà agli sgoccioli, quando l’arsura estiva scemerà e si avvicinerà la mia stagione prediletta, che è quella che vien dopo l’estate, la conoscete, senza bisogno che ve la dica. Beh, un saluto affettuoso a chi parte e a chi resta, con la speranza di risentirci presto, appena dopo le vacanze.

Comunicazione di servizio ad estate inoltrataultima modifica: 2012-08-10T17:22:00+02:00da carminedecicco
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Comunicazione di servizio ad estate inoltrata

  1. Mi trovi concorde, l’estate la metto all’ultimo posto, troppo caotica, invadente, chiassosa e poi Antò fa caldo :)) e con i miei 60-90 di pressione c’è poco da stare allegri e rilassati
    Sono decisamente una creatura autunnale, la mia stagione preferita ed amo le atmosfere più soft dell’autunno, inverno e della primavera, colori e calore si fondono in perfetta armonia

Lascia un commento