Folgorazione numero otto

 

Annuso l’aria che cambia odore seduto sotto al buio intermittente di una giovane notte stellata e sopra un tronco decapitato, che tra non molto godrà della compagnia dei funghi. Un vento fresco fruscia tra le foglie che hanno già perduto la baldanza dell’altra stagione, ma non ancora il colore. Scorgo le ombre delle non lontane zucche, deformate sfere che regnano in Autunno, e sono felice, finalmente felice, ché la Natura cambiando veste mi dà un’altra occasione…

Autunno.jpg

Folgorazione numero ottoultima modifica: 2011-09-23T22:30:00+02:00da carminedecicco
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “Folgorazione numero otto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *