Tramonto in quarantena

Fisso da dietro il vetro la strada che si allunga tra le vecchie case del quartiere, compagne più mature dei nuovi palazzi sorti dove un tempo non c’erano altro che lagnasante. Se non fossi venuto ad abitare qui, in questo inconoscibile spicchio di periferia del mondo, sarebbe rimasta una via insignificante, una delle tante strade che esistono ma non per te, che non ti troverai a percorrere mai, e invece da quasi tre anni riempie la portafinestra che dà sul balcone.

***

Il sole è quasi tramontato, una sottile linea arancione separa le sagome lontane delle abitazioni, scure, dal cielo che si intenebrisce, quasi un velo disteso a proteggere le case dalla notte incipiente. Attendo i lampioni che si accendano per far luce ai rari passanti e alle sparute auto di quest’ennesima domenica di quarantena. Chissà se chi si è sempre sentito solo, in questo strano anno ostaggio dell pandemia, si sente ancora più solo. Se il Natale prossimo a venire avrà un sapore più amaro o più dolce. Se queste domande troveranno mai risposta.Acerra dal balcone

Tramonto in quarantenaultima modifica: 2020-11-29T18:00:57+01:00da carminedecicco
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento