I giorni del contagio (22)

cropped-Alla-ricerca-della-Luna-Rossa-1.jpg

Mi sveglio presto. Esco sul balcone e osservo le strade innaturalmente calme per quest’ora. No, questa lunga reclusione non è stata un elaborato pesce d’aprile e si prolunga anche oggi. C’è un bel sole, ma fa freddo. Senza coronavirus saremmo stati in procinto di partire e nella valigia, a questo punto, avremmo messo di certo qualche maglione più pesante del … Continua a leggere

I giorni del contagio (21)

Veduta da Sant'Angelo

Quell’anno che sembrava appena cominciato vede adesso iniziare il suo quarto mese. Chi l’avrebbe detto, salutando il 2019 e dando il benvenuto al 2020, che tempo qualche mese e saremmo finiti così, chiusi in casa oppure in giro solo se muniti di guanti e mascherine, con l’obbligo di evitare affollamenti e la paura di stringere mani, non solo agli sconosciuti … Continua a leggere

I giorni del contagio (12)

Fonte foto: rete internet

Il cielo è stato grigio per tutto il giorno. Ha tenuto il sole nascosto, fatto abbassare le temperature. Ha fatto freddo, oggi, c’è stato vento, e ancora adesso soffia e ulula su una città a quest’ora pressoché deserta. È l’unico rumore, quello del vento, in questo lunedì sera che di primaverile non ha che la data: dalla casa della vicina … Continua a leggere

La Primavera che non arriva

La Primavera che non arriva

A forza di chiederle il perché della fretta e di darle della maledetta, la Primavera si è offesa e, sebbene sia ormai il suo turno nell’eterna giostra delle quattro stagioni, non accenna a farsi vedere. E così l’Inverno è ancora qui, con il suo freddo pungente. Insomma, è arrivata la Primavera, ma nessuno se ne è accorto. Resta da capire … Continua a leggere

L’ineluttabilità dei fiori

Fiori

Da giorni i primi fiori sono comparsi sugli alberi delle nostre campagne. Sono incantevoli, come sempre. Ma, come sempre, sono anche assai temerari. Quelli più precoci hanno fatto la loro comparsa già la scorsa settimana, mentre qui al Sud un’inusuale neve imbiancava terre, strade ed edifici. Gli altri sono arrivati qualche giorno dopo, quando il freddo era ancora intenso e … Continua a leggere

Quel che resta della neve

Nevicata

Resiste pervicace sui muri di pietra irregolari, nelle campagne delle periferie, abbandonate, sui marciapiedi all’ombra, sulle auto che nessuno guida, sui rifiuti abbandonati in strada la neve. Dov’era manto candido ora è macchia solitaria, dov’era poesia ora è sciatta prosa la neve. Ma qualche barlume della magia mattutina resta: resiste sporcata, ammucchiata, calpestata la neve. Resiste e si fa metafora.

I Giorni della Merla, i più freddi dell’anno

Giorni della Merla

Siamo a fine gennaio. No, nessuna riflessione su quanto il tempo passi velocemente, su quanto un anno appena cominciato veda già terminare il suo primo mese. Piuttosto un pensiero alla leggenda dei cosiddetti Giorni della Merla, che tradizione vuole siano gli ultimi di gennaio, i più freddi dell’anno. Tanto freddi che una merla dovette rifugiarsi insieme ai suoi piccoli in … Continua a leggere