Diciotto riflessioni (VII)

Acerra

Oggi ho sentito l’impulso di lasciar tutto quello che stavo facendo e scendere di casa per camminare a piedi lungo le strade del quartiere. Non ero stanco né nervoso, non particolarmente allegro né triste. Ho solo avvertito, forte, questo bisogno di passeggiare senza una meta per cogliere quei dettagli, anche insignificanti, che solo il camminare a piedi ti fa notare. … Continua a leggere

Sant’Antuono e il fuocarazzo

Fuocarazzo

Il fuocarazzo di Sant’Antonio mi ha accompagnato durante tutte le fasi della mia vita. Da piccolo, nel giardino di casa, mio padre accendeva un piccolo falò nel qualche io buttavo qualche botto che mi era avanzato da Capodanno. Cresciuto, sulla Murata, abbiamo organizzato qualche fuocarazzo con gli amici: accendere il fuoco era un’ulteriore occasione per stare insieme, per mangiare un … Continua a leggere

Il giorno dopo San Valentino

San Valentino

A me sta cosa del sanvalentino proprio non va giù. Non è che sia una di quelle donne anticonformiste o una di quelle altre, le eterne insoddisfatte. Il fatto è un altro, e adesso ve lo spiego. Ieri siamo andati al ristorante, mica in una semplice pizzeria. Lo riconosco. Mi ha anche detto che potevo ordinare ciò che volevo. Antipasto, … Continua a leggere

Commemorazione dei defunti: il cimitero

  Il sole è alto nel cielo. L’aria pulita, senza nubi o foschia. Il vento soffia con decisione, lambisce i volti delle persone che camminano come in processione lungo le strade divenute pedonali per la ricorrenza.   Il cimitero è affollato, lo si capisce prima di entrarvi. Fuori dai cancelli qualche zingara chiede soldi in cambio di benedizioni. C’è chi … Continua a leggere

Folgorazione numero nove

  L’aria umida e bagnata mi avvolge. Al suo contatto sussulto, come all’abbraccio di una vecchia amante perduta da tempo, con la quale condivisi inconfessabili ore. Intorno a me, altro non c’è che il rumore della pioggia che cade, e del vento, che libero va proclamando la sua freschezza al mondo, il mondo che stanco sveste i panni della bella … Continua a leggere

La Legge

  «Contro il tribunale non sono possibili le azioni di gruppo» Il processo – Franz Kafka       In principio coloro che si occupavano della salvaguardia e della conservazione della Legge erano riveriti e temuti da tutti. Ogni uomo, sebbene non costretto, si privò di un decimo dei propri possedimenti cosicché venisse costruito il Palazzo della Legge, edificio maestoso … Continua a leggere

A cento metri dall’inferno

Francesca studiava in Abruzzo, a L’Aquila. Poi il terremoto spazzò via tutto, lei tornò a casa. Credo fu l’unica a cui non telefonai per accertarmi delle sue condizioni. Non so neanche perché a dire il vero. Eppure con lei mi ero frequentato a lungo. O forse sarebbe meglio correggere: a lungo per i miei standard. Sei mesi quando lei era … Continua a leggere

Nel mezzo del cammin di nostra vita

  Quella sera non avrebbe dormito. Ci aveva pensato a lungo, e aveva convenuto che si trattava della cosa migliore da fare. Durante la giornata, preso dai mille impegni del lavoro e della famiglia, distratto dai passatempi superficiali che si era scelto, ostacolato dagli imprevisti che non mancavano mai, non riusciva a dedicarsi alla sua vera passione. In effetti vi … Continua a leggere