Diciotto riflessioni (VI)

cropped-Alla-ricerca-della-Luna-Rossa-1.jpg

Qualche giorno fa procedevo in auto, lentamente, lungo una via di campagna, lo sguardo che vagava dalla strada ai rami degli alberi sui quali i fiori bianchi e rosa hanno lasciato il posto a foglie di un verde intenso. “Divieto di scarico” diceva un avviso scritto a mano che catturò la mia attenzione. Sorrisi: come può chi è insensibile alla … Continua a leggere

L’ineluttabilità dei fiori

Fiori

Da giorni i primi fiori sono comparsi sugli alberi delle nostre campagne. Sono incantevoli, come sempre. Ma, come sempre, sono anche assai temerari. Quelli più precoci hanno fatto la loro comparsa già la scorsa settimana, mentre qui al Sud un’inusuale neve imbiancava terre, strade ed edifici. Gli altri sono arrivati qualche giorno dopo, quando il freddo era ancora intenso e … Continua a leggere

Diciotto riflessioni (V)

Cielo Grigio

Un tempo era marzo e solo marzo – o almeno così ricordo – ad esser pazzo. Oggi sembrano contendersi questo titolo diversi mesi, neanche fosse un fregio regale. E così anche questo inizio febbraio passa da godibili giornate di sole a giorni di pioggia, umidità e cielo grigio con una velocità e una spregiudicatezza degna del miglior politico trasformista.

Sulla Candelora, le candele e le fiamme

Fonte foto: rete internet

La Candelora, ovvero la ricorrenza della Presentazione del Signore al Tempio nel corso della quale si benedicono le candele, mi ha sempre affascinato. Come mi hanno sempre affascinato le fiamme e i fuochi (no, non sono un piromane!). Fino a qualche anno fa, ero solito, per il 2 febbraio, accendere tutte le candele e i ceri che trovavo in casa, … Continua a leggere

Diciotto riflessioni (IV)

cropped-Alla-ricerca-della-Luna-Rossa-1.jpg

La sveglia stamattina è suonata prima del solito. Non mi dispiace svegliarmi anche molto presto, a patto chiaramente che questo non avvenga con troppa frequenza 🙂 . Prima dell’alba, quando la luce del sole ancora non illumina le nostre strade, il giorno è pieno di possibilità, di tempo da riempire di azioni. Certo, molte di queste saranno abituali e anche … Continua a leggere

Diciotto riflessioni (III)

Pioggia inizio settembre

Pioveva e, avendo lasciato l’ombrello a casa, ho dovuto inventare di tutto per evitare di farmi il bagno. Poi, una volta al coperto, mi son ricordato che la felpa che indossavo aveva il cappuccio. A volte siamo troppo concentrati sul problema per accorgerci che la soluzione è a portata di mano!

Diciotto riflessioni (II)

Albero spoglio

Non lontano dalle strade principali dei nostri paesi c’è tutto un mondo fatto di masserie e cupe, case costruite in prossimità degli alvei, strade nelle quali si procede a senso alternato, campagne coltivate o semiabbandonate, ma i cui padroni sono conosciuti da tutti nonostante l’assenza di confini divisori, tabelle, indicazioni. Un mondo fatto di ruderi in pietra e capanne di … Continua a leggere

Tra Babbo Natale e la Befana…

Befana

Io tra Babbo Natale e la Befana ho sempre preferito la seconda. Quando ero piccolo era lei che mi portava i doni più belli. E li accompagnava anche con calze ricolme di cose buone da mangiare, che spesso contenevano altri giochini e sorprese. Al di là della qualità e della quantità dei regali, la Befana mi piaceva anche perché testimoniava … Continua a leggere

Diciotto riflessioni (I)

cropped-Alla-ricerca-della-Luna-Rossa-1.jpg

“Chell ca ‘vvo Maria o trov p”a via”. A volte tutto potrebbe andar per il verso sbagliato e in effetti va anche peggio rispetto a quanto temevamo. Altre volte, invece, temiamo di dover affrontare situazioni assai complicate, ma alla prova dei fatti tutto fila liscio, ogni cosa si incastra nel modo giusto, tanto da far venire in mente l’adagio popolare … Continua a leggere

Le foto non scattate

Napoli dall'alto

Stavolta nell’aereo, per arrivare a bordo del quale sono nuovamente partito in ritardo, mi è stato assegnato il posto più esterno della fila, quello accanto al finestrino. Quello che nei primi viaggi degli studenti è il più ambito, quello evitato da coloro ai quali il volo mette ansia. Quello dal quale, di solito, si scattano le fotografie. Io ho evitato … Continua a leggere