Viaggio di nozze – Un anno dopo (9)

Vietnam – Impressione 9: Un vivace bambino con la maglia rossa, un nonno agricoltore che ci fa conoscere “artiglieria”, una pianta che scoppia al contatto con l’acqua, le donne della famiglia, che ci insegnano a cucinare un piatto locale. Siamo a Cai Lay, vicino al delta del fiume Mekong: mangiamo qui dopo aver attraversato chilometri di strade rurali a bordo di un’auto strombazzante. La gente del sud del Vietnam spende tutto quello che guadagna, ma è felice e la sera si riunisce con amici e parenti per mangiare e bere insieme, ci dice la guida. Ascoltiamo i discorsi tra lei e l’autista, sembra che cantino: sullo sfondo caffetterie con amache, le anatre allevate a bordo strada, gli immancabili motorini e i vivaci negozi. Non vediamo cani e gatti: qui gli uomini li mangiano. Arriviamo al mercato di Vinh Long: è immenso e offre di tutto. Particolarmente caotica l’area dedicata alla vendita degli animali: pesci e galli vivi, serpenti, topi in gabbia. Non si vedono turisti: è un posto frequentato da gente di qui, che gira a piedi, in bici o in motorino per gli acquisti. La sera facciamo un giro a Can Tho: qualche acquisto al vecchio mercato e una cena in riva al fiume, quindi un frullato e una passeggiata nelle non troppo pulite vie cittadine. In strada tanti giovani mangiano su tavolini accanto alle bancarelle. I vietnamiti amano stare all’aria aperta e chiacchierare: preferiscono questo, e il karaoke, al cinema e alla discoteca.Mercato Vinh Long

Viaggio di nozze – Un anno dopo (9)ultima modifica: 2019-07-30T11:00:49+02:00da carminedecicco
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento