I giorni del contagio (14)

Oggi abbiamo riacceso i riscaldamenti, la primavera appena iniziata si è già presa una pausa. Il vento dell’altro giorno ha lasciato il posto a una pioggia insistente, anche se non forte. La giornata trascorsa interamente a casa sembra più lunga, ma organizzare tempi e impegni non sempre è facile. Ci si divide tra ritmi rallentati, scadenze in bilico e minori possibilità di intervento. Negli articoli scritti oggi altri morte e nuovi contagi, le buone notizie, che pure non mancano, pesano meno e fanno meno rumore. Una partita a “Nomi, cose e città” giocata con gli amici di sempre, dopo anni e anni e ora con la complicità dei cellulari, fa pensare un po’ ad altro e anima la serata di “quarantena”, che qui in Campania sarà più lunga del previsto, fagocitando anche Pasqua.La Primavera che non arriva

I giorni del contagio (14)ultima modifica: 2020-03-25T22:00:00+01:00da carminedecicco
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento