L’imprevisto – 10 racconti x 10 paesi

 

Una società di uguali, senza alcuna distinzione, non è possibile. Un pensiero che trova conferma dalla lettura de “L’imprevisto”, un breve racconto della scrittrice cinese Tie Ning, l’unica presenza femminile tra gli autori dell’iniziativa “10 racconti x 10 paesi”. Nella Cina della Grande (e infausta) Rivoluzione Culturale di Mao, il possesso di un ritratto fotografico è segnale di distinzione sociale. Shanxing e i suoi genitori, per farsi una fotografia da inviare al fratello militare in un’isoletta del sud, devono affrontare un lungo viaggio, degno delle peripezie narrate nelle vecchie favole. Un’esperienza da ricordare, insomma, un viaggio avventuroso al termine del quale la famiglia giunge alla propria meta: lo studio fotografico animato da una bella ragazza con la permanente che fa la foto nascosta dietro una scatola di legno e con la testa coperta da un panno nero. Tempo una quindicina di giorni e il ritratto arriva a Taiergou, dove i tre risiedono, ma non è quello che la piccola e i suoi genitori aspettano. Raffigura infatti una ragazza, sola, segno evidente che c’è stato uno scambio di foto. Le sorprese per il lettore, tuttavia, non finiscono qui. Contrariamente a quanto si aspetterebbe, infatti, la famigliola decide di tenere lo stesso la fotografia e di appenderla alla parete di casa. Con una piccola bugia, Shanxing identifica la misteriosa sconosciuta con la futura moglie del fratello lontano, suscitando l’ammirazione dei vicini curiosi. Un racconto realistico, dunque, che non disdegna di risolversi con una conclusione sorprendente e capace di far sorridere, ma anche di insegnare una lezione, che poi è la stessa riferita all’inizio: la necessità di essere diversi, e non uguali, la necessità di possedere, e non di aver tutto in comune. La necessità, in fondo, di essere liberi.

Tie Ning.jpg

 

L’imprevisto – 10 racconti x 10 paesiultima modifica: 2012-03-19T23:12:00+00:00da carminedecicco
Reposta per primo quest’articolo

2 pensieri su “L’imprevisto – 10 racconti x 10 paesi

  1. Con la testa coperta da un panno nero mi ha fatta sorridere 🙂
    Sai cosa mi e’venuto in mente? l’incappucciato nero stile setta e che foto faceva???

    Scherzi a parte attraverso le tracce dei tuoi post si ha sempre l’occasione di conoscere cose nuove che probabilmente mai avremmo saputo, incontrato.

    Buona serata Carmine

Lascia un commento