AgriCultura – Diario di un giornalista con l’hobby della coltivazione (2)

Stamattina finalmente ho trovato il coraggio di dare un’occhiata alle zucche. La grandine di ieri ha fatto loro del male, ma si riprenderanno, mi hanno assicurato. Io un po’ scettico ho annuito di fronte alla sapienza di mio padre e mio zio mentre infilavo le dita della mia mano nei buchi prodotti dai chicchi di grandine venuta giù. Loro sono esperti, si capisce, avranno ragione. Come sempre, del resto.
In effetti mio zio lo scorso aprile mi spiegò il modo corretto di piantare i semi di zucca. Ad aprile, per chi non lo sapesse, si piantano le zucche. Io l’ho appuntato sulla mia agenda fichissima da giornalista impegnato, affinché non lo dimentichi mai più.
«Devi mettere i semi sotto due dita di terra» mi disse, mostrandomi indice e medio rugosi e impolverati. Io decisi di sotterrare i semi un po’ più in profondità. È frustrante ammetterlo, ma non è stata affatto una buona idea: solo nove delle trenta zucche che aspettavo hanno trovato la forza di far capolino dal terreno del mio giardino. In compenso, un po’ ovunque, sono spuntate altre piccole piantine, senza ricevere acqua né cura. Il che, ovviamente, ha aumentato la mia frustrazione. Semi che chissà come sono finiti in questo o quell’angolo del giardino hanno avuto maggior fortuna dei loro fratelli sottoposti alle mie amorevoli cure.
Ecco, quando penso a questo genere di cose, mi prende la voglia di abbandonare il mio hobby e dedicarmi a tempo pieno al giornalismo. Cosa che ho già fatto a lungo, con risultati non del tutto incoraggianti. Ho ancora due denunce che gravano sulla mia fedina penale, per il resto immacolata. E innumerevoli sono le bestemmie che ogni volta che mi incontrano politici di terz’ordine lanciano a me e a tutta la mia futura progenie. Sì, anche per questo ho deciso di trovar pace nel mondo della natura e della coltivazione. Minacciando però la pace di semi e piante, che avrebbero volentieri fatto a meno del mio intervento. Che dire…imparerò.

Zucche e grandine (1).JPG

AgriCultura – Diario di un giornalista con l’hobby della coltivazione (2)ultima modifica: 2011-07-13T09:19:00+02:00da carminedecicco
Reposta per primo quest’articolo

4 pensieri su “AgriCultura – Diario di un giornalista con l’hobby della coltivazione (2)

  1. mah…. se io fossi nei tuoi panni con un sacchetto di semi di zucca da impiantare, lascerei perdere.
    però a me le zucche non piacciono poi tanto mentre per i semi di zucca vado matta 🙂

  2. Ciao Carmine,
    …..senza fretta, ce la farai a cambiare in meglio le zucche del tuo giardino, ma cambiare in meglio quelle dei politici è un’impresa impossibile! robi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato ma sarà visibile all'autore del blog.
I campi obbligatori sono contrassegnati *