Il sogno della masseria

Primavera 2017

Da giovane mio padre, insieme alla sua famiglia, viveva in un grande masseria non lontana da dove abitiamo ora. Ci passo spesso là davanti: cancello chiuso, erba troppo alta, tutto abbandonato. Non è, insomma, bella come bella certamente era un tempo, quando pulsava di vita. Fin da piccolo, quando mio padre me la indicava raccontandomi qualche episodio della sua vita … Continua a leggere

La scommessa del martedì

Lotto

Martedì scorso mi è tornata in mente una sorta di tradizione familiare di almeno una decina di anni fa. Ero ancora uno studente e, quasi ogni settimana, di martedì io e mia sorella facevamo compagnia a mio padre che andava a giocare “i numeri al Lotto”. Erano i tempi, se la memoria non mi inganna, in cui c’erano già tre … Continua a leggere

Il vino dei fratelli

  Quando Mauro arrivò, il cielo ottobrino stava già cambiando colore. Rapidamente il sole, che ormai si nascondeva dietro le case più alte, sarebbe scomparso del tutto, e le tenebre avrebbero preso il sopravvento sull’azzurro pezzato di nuvoloni bianchi che aveva dominato fino ad allora. «Buonasera» disse con impacciata allegria l’uomo, rivolto alla figura robusta ma leggermente incurvata che stava … Continua a leggere

Il Natale di Alfonso

  Alfonso era seduto a capotavola, come un padre-famiglia che si rispetti. Di fronte a lui, la moglie, compagna di una vita fatta di mille sacrifici, di tante cattive notizie, di molto lavoro, ma anche di qualche soddisfazione. Completava la breve lista dei commensali la figlia della coppia, che era intenta a imitare con la forchetta e la bottiglia d’acqua … Continua a leggere

Il giorno dell’addobbo dell’albero

Il giorno dell'addobbo dell'albero

Quando Christian si svegliò il sole era già alto nel cielo. Se ne rese conto per la quantità di luce che filtrava nella sua stanza. Rimase qualche minuto a girarsi nel letto, poi decise di alzarsi. Come di consueto si diresse nel piccolo soggiorno della sua abitazione e sedette sul divano. Afferrò la chitarra e iniziò a suonare. Ogni mattina, … Continua a leggere

Alfonso, muratore

Erano tutti in quella che sarebbe divenuta la sala da pranzo: Clarissa, futura padrona di casa, Massimo, che tra due settimane avrebbe smesso i panni del fidanzato per indossare quelli del marito, il signor D’Ambrosio, proprietario dell’azienda edile che si occupava dei lavori, l’ingegner Tonelli, e uno dei due operai che da mesi lavoravano tra quelle mura, che loro stessi … Continua a leggere

Opinioni di inizio Autunno

Foglie autunnali

Seduto sulla vecchia poltrona che fu di mio padre e prima ancora di mio nonno, fumo un sigaro d’importazione e ascolto canzoni più anziane di me, mentre con occhi stanchi fisso le rare foglie che cadono dai pochi alberi rimasti nel mio giardino. La maggior parte di esse è ancora verde, ma nei giorni a venire cambieranno colore, abbandoneranno i … Continua a leggere

La figlia dell’avvocato

Un’auto grigia, lussuosa, frenò bruscamente nei pressi dell’Internet Cafè. Qualche automobilista maledisse la conducente, suonò violentemente il clacson, qualche altro si limitò ad uno sguardo di disapprovazione, scuotendo la testa. Ma lei non dette peso a nessuno di essi. Incurante accese le luci di emergenza e abbassò il finestrino della sua vettura. Prestò maggiore attenzione al rumore del vetro che … Continua a leggere