La Leggenda di Yves Swolfs, la lettura del 3° albo

La Leggenda 3

Il terzo volume de La Leggenda portato in Italia da Editoriale Cosmo pubblica gli albi 5 e 6 della serie originale francese. Due storie tra le quali c’è una considerevole cesura temporale, essendo stata scritta la prima nel 2006 e la seconda nel 2012. Con le prime 46 pagine giunge a termine il primo arco narrativo delle avventure di Tristan … Continua a leggere

La prima volta, quella che non si scorda mai

Ora Vesuviana - Febbraio 2014_Pagina_22

Torno, dopo vari mesi, a firmare un articolo di giornale su un cartaceo. Questa volta lo faccio sull’Ora Vesuviana, che racconta da oltre dieci anni fatti e misfatti ai piedi del vulcano più famoso del mondo. Sul numero di febbraio ho apposto la firma a un articolo sui principali appuntamenti del Carnevale in Campania. Una nuova prima volta, dunque, quella … Continua a leggere

Il grande Belzoni, ovvero (bei) fumetti italiani su altri italiani

Il grande Belzoni

Lessi tempo fa, confesso di non ricordare dove, un articolo che lamentava il fatto che i fumetti popolari realizzati nel nostro paese erano (e sono) troppo esterofili. Un’affermazione che non si fatica a riconoscere come vera. Prendiamo la Sergio Bonelli Editore, la casa editrice di fumetti più importante in Italia. I suoi personaggi di punta li conoscerete tutti: parliamo dei … Continua a leggere

La Leggenda, continua la (ri)lettura

La Leggenda 2 - Il signore dei sogni

Uno degli elementi che, a mio avviso, contribuisce maggiormente a fare di una storia una buona storia è la scelta dei tempi narrativi. Insomma, non serve semplicemente imbastire una trama intricata e coinvolgente, non basta scrivere bene, è necessario anche indovinare i momenti giusti per dire quella cosa, rivelare quel particolare. Capire fino a che punto un’informazione può essere taciuta, … Continua a leggere

La Leggenda di Yves Swolfs, un parere

La-leggenda-1-editoriale-cosmo

A dispetto di quanti considerano il fumetto una lettura di serie B, ho appena riletto e riapprezzato – del resto, è impossibile non farlo! – La Leggenda di Yves Swolfs. O meglio, il primo dei tre volumi che la giovane casa editrice Editoriale Cosmo ha pubblicato in Italia. Purtroppo le mie conoscenze di francese non mi consentono di godermi l’opera … Continua a leggere

Rilettura Shanghai Devil – parte 1

  Shanghai Devil è una mini-serie a fumetti della Sergio Bonelli Editore creata da Gianfranco Manfredi e pubblicata mensilmente a partire da ottobre 2011. In vista dell’uscita dell’ultimo dei 18 albi di cui si compone, che sarà in edicola a marzo 2013, sto rileggendo tutti gli episodi delle avventure del giovane romano Ugo Pastore finito nella Cina sconvolta dalla rivolta … Continua a leggere

L’imprevisto – 10 racconti x 10 paesi

  Una società di uguali, senza alcuna distinzione, non è possibile. Un pensiero che trova conferma dalla lettura de “L’imprevisto”, un breve racconto della scrittrice cinese Tie Ning, l’unica presenza femminile tra gli autori dell’iniziativa “10 racconti x 10 paesi”. Nella Cina della Grande (e infausta) Rivoluzione Culturale di Mao, il possesso di un ritratto fotografico è segnale di distinzione … Continua a leggere

Un anno con Tex, Diabolik e Dylan Dog

Da bambino ero un accanito lettore di Topolino. Per anni ogni settimana correvo in edicola a prendere il nuovo albo della avventure di topi e paperi targati Disney. Altri fumetti quasi non li leggevo. Forse in periodi di particolare desiderio di nuvole parlanti o quando per un motivo o l’altro mi sfuggiva il numero di Topolino ne avrò comprato qualcuno. … Continua a leggere

L’invidia (capitolo II – parte prima)

Quella mattina il vecchio Finn si svegliò alle cinque, come di consueto. Mai, nella sua lunga e faticosa vita, aveva mancato l’appuntamento con quell’ora. Da piccolo, quando viveva ancora insieme ai suoi genitori, veniva svegliato dai rumori del padre che, sbuffando e maledicendo la vita, si preparava per uscire di casa. Finita l’infanzia, il giovane Finn aveva trovato un lavoro … Continua a leggere

Il ricercato

Nell’aria si sentiva appieno il malinconico e variopinto autunno che aveva preso il posto dell’estate da poco declinata. Lungo il sentiero, qualche foglia rossiccia come addormentata riposava sul terreno battuto, e di tanto in tanto, quando gli zoccoli del possente cavallo che attraversava quei luoghi si posavano troppo vicini ad esse, queste si sollevavano nell’aria, cullate in una strana danza … Continua a leggere